/ NEWS
Marketing, Media, Tendenze
7 Marzo 2019
Icone femminili: determinanti da sempre

La Giornata internazionale della donna, celebrata l’8 marzo, quest’anno compie 110 anni. Per l’occasione De Primera ha scelto di descrivervi alcune delle icone femminili che hanno segnato la storia del fashion.

Greta Garbo: famosa per i ruoli da femme fatale e per quel suo stile androgino così seducente, è sempre stata uno spirito indipendente ed è probabilmente l’attrice più amata degli anni Venti e Trenta. Se ancora oggi sappiamo riconoscere il suo profilo o le sue pose, se ancora oggi rimaniamo ammaliati dal suo sguardo magnetico, è perché Greta Garbo incarnava già all’epoca un ideale di bellezza fuori dagli schemi. A 36 anni decise di abbandonare Hollywood: teneva più alla libertà che al successo.

Audrey Hepburn: attrice amatissima. Un idolo senza tempo. Fonte di molteplici citazioni. Icona di cui i registi se ne sono innamorati in quanto semplice e perfetta. Gli stilisti perché le mettevi qualunque vestito addosso e lei lo trasformava in un capo di alta moda. In quegli anni Cinquanta, dominati dall’ideale di pin-up, riuscì a rivoluzionare il mondo del cinema e della moda.

Coco Chanel: il genio assoluto della moda, all’anagrafe Gabrielle Chanel, è stata la stilista più rivoluzionaria del ‘900. Nata da umili origini, cresciuta in orfanotrofio, ma capace, con genialità, tenacia e coraggio di andare controcorrente, di rivoluzionare il concetto di femminilità e di imporsi come icona del fashion design e della cultura popolare del XX secolo. Il suo stile e le sue creazioni hanno condizionato un’intera epoca, e ancora oggi risulta ad essere quasi immortale.

Lady Diana: amatissima quasi fino alla venerazione. Bellissima, elegante, sicura e indipendente, Lady D. si mostrò sincera, onesta e diretta. A corredo una collana di perle con gemma, un paio di orecchini coordinati, un bracciale leggero, pochissimi anelli e un paio di décolleté nero. Icona di stile ed eleganza esempio per molte donne.

Cindy, Carla, Linda, Naomi, Helena, Christie, Claudia sono invece top model senza età. Bellissime e con un’energia potentissima, idolatrate dal fashion system e venerate dal pubblico, quelle appena citate sono le modelle più famose degli anni Novanta che hanno disegnato e plasmato l’immaginario delle donne di tutto il mondo.

Meghan Markle: moglie del principe Henry, duca di Sussex, ma prima ancora attrice statunitense. La persona più cercata in Google britannico nel 2018. Tra i “responsabili” dei suoi migliori look: Carolina Herrera, Prada, Dior e Oscar de la Renta. In questi mesi, abbiamo visto Meghan cambiare il suo approccio alla moda, passando da uno stile più informale, minimalista e all’insegna delle tendenze, a una versione più matura, femminile e sartoriale.

Concludiamo riportando una bellissima citazione di Denis Diderot: “Quando si scrive delle donne bisogna intingere la penna nell’arcobaleno e asciugare la pagina con la polvere delle ali della farfalla.”

The International Women’s Day, celebrated on March 8th, this year celebrates its 110th birthday. For the occasion, De Primera has chosen to describe some of the female icons that have marked the history of fashion.

Greta Garbo: famous for her femme fatale roles and for her seductive androgynous style, she has always been an independent spirit and is probably the most beloved actress of the twenties and thirties. If we still know how to recognize his profile or his poses, even if today we remain enchanted by his magnetic gaze, it is because Greta Garbo already embodied an ideal of unconventional beauty. At 36, he decided to leave Hollywood: he was more interested in freedom than in success.

Audrey Hepburn: beloved actress. A timeless idol. Source of multiple citations. Icon of which the directors fell in love as simple and perfect. The designers because you put any dress on her and she turned it into a high fashion garment. In those fifties, dominated by the pin-up ideal, he succeeded in revolutionizing the world of cinema and fashion.

Coco Chanel: the absolute genius of fashion, Gabrielle Chanel, was the most revolutionary fashion designer of the 20th century. Born from humble origins, grew up in an orphanage, but capable, with genius, tenacity and courage to go against the current, to revolutionize the concept of femininity and to establish itself as an icon of fashion design and popular culture of the twentieth century. His style and his creations have conditioned an entire era, and even today it turns out to be almost immortal.

Lady Diana: beloved almost until veneration. Beautiful, elegant, confident and independent, Lady D. showed herself sincere, honest and direct. A necklace of pearls with gem, a pair of matching earrings, a light bracelet, very few rings and a pair of black décolleté. Icon of style and elegance example for many women.

Cindy, Carla, Linda, Naomi, Helena, Christie and Claudia are ageless top models. Beautiful and with a very powerful energy, idolized by the fashion system and venerated by the public, those just mentioned are the most famous models of the nineties who have designed and shaped the imaginary of women around the world.

Meghan Markle: wife of Prince Henry, Duke of Sussex, but first still an American actress. The most searched person in Google in 2018. Among the “responsible” of his best looks: Carolina Herrera, Prada, Dior and Oscar de la Renta. In these months, we have seen Meghan change his approach to fashion, moving from a more informal, minimalist and trend-setting style to a more mature, feminine and sartorial version.

We conclude by quoting a beautiful quote by Denis Diderot: “When writing about women you have to dip pen in the rainbow and dry the page with the dust of the butterfly wings.”

No Comment 0 , , , , , , , , ,

There are 0 comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *